Caduta dei capelli stagionale

La caduta dei capelli stagionale é un avvenimento fisiologico che segue il ciclo di vita dei capelli, e si tratta di un fenomeno tutto sommato normale.

Nonostante i capelli non svolgano alcuna funzione vitale, il diradamento mette a dura prova la bellezza della chioma, che ha un importante ruolo estetico nella nostra persona.

Caduta dei capelli stagionale: in questo post la spieghiamo

La caduta dei capelli stagionale é un fenomeno spesso normale, tuttavia quando i capelli persi non ricrescono, quello é il momento in cui ti fevi rivolgere a Finedellacalvizie.it

La perdita di capelli rappresenta per tantissime persone, soprattutto le donne, un enorme disagio che spesso porta ad una preoccupazione ed un allarmismo che va oltre il problema.

Infatti, se spesso e volentieri le cause della caduta dei capelli sono da ricollegarsi a disturbi della tiroide, squilibri ormonali, stress fisico o psicologico, debilitazione fisica a seguito di terapie farmacologiche o malattie e dieta non equilibrata, in alcuni casi la caduta di capelli è causata semplicemente di una fisiologica caduta stagionale.

Nei mesi autunnali e in quelli primaverili infatti, una più pronunciata perdita di capelli è del tutto normale, in quanto è dovuta al normale ciclo di vita del capello.

Come avviene negli animali, che fanno la cosiddetta “muta”, anche noi, che apparteniamo alla specie dei mammiferi, rinnoviamo la nostra chioma.

Dunque se normalmente perdiamo dai 50 ai 70 capelli al giorno, durante i cambi di stagione potremmo arrivare a perderne fino a 100-150 ogni giorno; una situazione che tuttavia si va a ristabilire nel giro di poche settimane.

Ma come mai in autunno ed in primavera cadono più capelli? Quali sono le cause della perdita di capelli stagionale?

Premettendo che gli studi scientifici non hanno ancora ad oggi stabilito cause certe di questo fenomeno, le ipotesi più accreditate si soffermano sul cambiamento di clima.

Dopo che il capello ha fronteggiato il caldo estivo, dunque l’esposizione ai raggi solari, alla salsedine e ha avuto a che fare con una quantità maggiore di sudore, vengono a mancare importanti oligoelementi che portano la radice ad essere più debole e il fusto ad essere più sfibrato.

In questa situazione la chioma si trova ad avere a che fare con temperature rigide, vento ed umidità insieme ad influenze (e di conseguenza terapie farmacologiche che comprendono sia antibiotici che antinfiammatori) che debilitano l’organismo.

Non solo, a causa degli agenti climatici il cuoio capelluto è soggetto a disturbi come produzione eccessiva di sebo, prurito e secchezza.

Uno scenario in cui i capelli sono portati a cadere di più anche perché, oltre a tutti i fattori elencati, c’è da sottolineare che la maggior parte dei capelli in autunno termina la sua fase telogen.

Dunque come affrontare la caduta dei capelli stagionale?

Come si può aiutare la nostra chioma davanti ai cambi climatici? E’ importante agire su due fronti: l’igiene e l’alimentazione.

Nello specifico è consigliato lavare i capelli una o due volte alla settimana con shampoo delicati (meglio quelli acquistati in erboristeria 100% naturali), usando balsamo o maschere per i nodi e mantenendo il phon a temperature non elevate.

Se ci si trova davanti a disturbi particolari come ad esempio la forfora ci si può affidare a trattamenti riequilibranti, mentre se si hanno i capelli eccessivamente secchi si possono usare oli vegetali e prodotti ricchi di vitamine e nutrienti; è inoltre opportuno evitare lacche, gel o tinture chimiche nonché massaggiare con cura il cuoio capelluto al fine di migliorare la circolazione sanguigna.

Per quanto riguarda l’alimentazione è bene assumere frutta e verdura cruda in abbondanza, mentre è meglio evitare dolci, grassi e proteine animali.

Per controllare la caduta dei capelli in questo periodo dell’anno possono aiutare la nostra chioma prodotti naturali come l’ortica bianca, l’olio di timo, l’olio di oliva, l’olio di cocco e l’aloe, che rinforzeranno la cute e renderanno i capelli più forti e vigorosi.

Nel caso i capelli continuino a cadere per tre mesi o oltre, è bene rivolgersi ad un tricologo specialista che individuerà le cause del diradamento e somministrerà le giuste terapie.

Share Button
Video Corso Gratuito

Come fermare la caduta
dei capelli naturalmente. "4 video che ti stupiranno" Per iscriverti, inserisci il tuo nome e l'indirizzo email che usi di solito.

Riceverai un email con il link per il primo video.
La tua email: La tua privacy verrá rispettata, ed il tuo indirizzo email tenuto altamente confidenziale.